Il miglior metodo per imparare a suonare la chitarra

La chitarra è indubbiamente uno degli strumenti più difficili da poter suonare dopo gli strumenti a fiato ed il pianoforte. Per questo imparare a suonarla richiede grande impegno, dedizione e molta pratica.
Tuttavia è utile seguire alcuni passaggi e consigli per il corretto apprendimento dello strumento.

Affidarsi ad un insegnante

Spesso cercare di fare tutto da soli è controproducente e la maggior parte delle volte, porta a commettere errori che si porteranno dietro nel proprio modo di suonare per molto tempo e sarà difficoltoso correggerli.
E’ quindi utile rivolgersi ad insegnante privato (il quale può venire a costare circa 20 o 25€ all’ora) oppure si può optare per delle lezioni di chitarra online, in modo tale da non doversi necessariamente spostare da casa.
Avere un insegnante o una guida in grado di insegnare correttamente la tecnica, infatti, permette di risparmiare tempo e di raggiungere velocemente gli obiettivi prefissati, evitando di incorrere in errori.

Imparare l’uso corretto del metronomo

Sono molti i principianti che trascurano tale strumento, definito invece da molti “l’amico del chitarrista”.
In realtà il metronomo è uno degli investimenti migliori che si può fare per avvicinarsi al mondo della chitarra, in quanto con esso sarà possibile migliorarsi giorno dopo giorno. Nel caso non si disponga della cifra necessaria per l’acquisto di un metronomo, sul web è possibile trovarne molti gratuiti.

Dare tempo al tempo

Nel momento in cui ci si dedica agli esercizi di chitarra è fondamentale ricordarsi che la cosa più importante non è imparare il più velocemente possibile, ma imparare nel miglior modo. La velocità è qualcosa che arriverà soltanto in un secondo momento, preceduta infatti dalla tecnica.

Fare tanta pratica

Non è possibile diventare bravi in qualcosa senza faticare e, soprattutto, senza molta pratica, a meno che non si sia dei talenti naturali o dei geni. Purtroppo però la maggioranza delle persone, per poter sviluppare una determinata abilità, devono mantenere la costanza e dedicarsi per molto tempo all’attività scelta. Non potremo fare a meno di studiare la scala pentatonica, per esempio.
Molte persone, facendosi trascinare dall’entusiasmo iniziale, iniziano a suonare la chitarra per giorni interri senza pause, suonando spesso per quattro o cinque ore al giorno, per poi scordarsi totalmente della chitarra per mesi. Non c’è nulla di più sbagliato: è infatti meglio allenarsi poco ma di frequente che tanto ma raramente.
Un consiglio utile è quindi quello di ritagliarsi un po’ di tempo ogni giorno per dedicarsi all’esercizio ed alla pratica, in modo tale da non perdere la voglia di suonare e di mantenere l’apprendimento costante e, quindi, efficace.

Passare del tempo con chi suona la chitarra da tanto

Dedicare il proprio tempo alla frequentazione di persone che condividono la stessa passione (in questo caso quella per la chitarra) sarà estremamente utile sia per mantenere alta la motivazione e la voglia di imparare e sia per poter apprendere più velocemente.
Grazie a questo, infatti, si potranno ottenere ottimi consigli sulle migliori attrezzature sulle quali investire, sulle varie tecniche per suonare e sui diversi stili da poter abbracciare.
Rimanere chiusi in casa suonando sempre e solo le solite cose è controproducente: conoscendo nuove persone si potranno allargare i propri orizzonti e apprendere qualcosa da ognuno di loro.